La regola è semplice: “Go fishing where there are fishes”

Le piattaforme social hanno sempre funzionato come piazze digitali all’interno delle quali la tua azienda dovrebbe incontrare gli acquirenti con un’esperienza digitale tagliata sulle modalità di interazione di queste: per i brand finora questo ha sempre significato adattamento allo strumento e storytelling.

Ieri (19 Maggio) il caro Mark Zuckerberg ha lanciato ufficialmente Facebook Shops, ovvero un e-commerce diretto sui social media e altre app di casa Menlo Park: Facebook, Instagram, Messenger e… si vocifera anche Whatsapp!

 

Facebook Shops: crea un negozio online su Facebook e Instagram con un’esperienza nativa e mobile first

Facebook Shops è semplicemente un negozio online che vive all’interno di Facebook e Instagram consentendo a miliardi di utenti di trovare, sfogliare e acquistare i tuoi prodotti nelle app che usano quotidianamente per scoprire nuovi brand.

La possibilità è quella di portare i tuoi prodotti sul mercato digitale di Facebook e Instagram con un’esperienza di acquisto nativa per ogni piattaforma, su qualsiasi dispositivo. Sarà possibile quindi completare tutto il processo di acquisto, mettere in mostra il brand e i prodotti distinti personalizzando i colori e il layout del negozio Facebook, organizzare raccolte di prodotti in evidenza, fino alla messa a carrello e al checkout. Tutto in pochissimi passaggi ottimizzati.

L’esperienza di acquisto è veloce e senza interruzioni, quindi i clienti possono scoprire rapidamente il prodotto giusto sul tuo negozio online per completare poi il checkout direttamente sulla piattaforma finale, ad esempio un e-commerce esterno o direttamente in app.

Uno strumento ideale per completare la tua strategia di vendita online, a partire da un e-commerce di base!

Anteprima Facebook Shops su Shopify

L’integrazione con partner e-commerce è già attivata: negozi di Shopify saranno tra i primi ad avere accesso a questo nuovo canale, in modo da poter offrire rapidamente queste nuove esperienze di acquisto mobile ai propri clienti in questi tempi.

Una misura anti Covid-19 per l’accesso alla vendita online per le piccole imprese

Con questa mossa Facebook copre uno spazio di mercato che a causa del Covid-19 si era aperto: il commercio elettronico a tutti i livelli.

Proprio ieri (19 Maggio), dal report della Casaleggio Associati emergeva un chiaro trend:

  • Il 12% delle aziende italiane opera nell’e-commerce e il 79% di loro lo fa in ambito consumer.
    Rispetto all’offline che negli ultimi 10 anni ha visto scomparire circa 63 mila negozi (-11%), in tutto il 2019, le imprese attive nel commercio online sono il 20% in più rispetto a quelle registrate nel 2018.
  • Il 76% degli utenti e-commerce ha acquistato da mobile nel corso dell’ultimo anno, contro una media europea del 64%.
  • L’obbligo di isolamento domiciliare e la paura del contagio, hanno portato ad un aumento del 60% del traffico Internet nel mese di Marzo.
  • In Italia il 72% degli utenti ha speso più tempo sullo smartphone rispetto a prima: in particolare il traffico è aumentato per i siti della grande distribuzione (oltre il 250%) e il food delivery.
  • Un +96% di incremento medio in settori come l’intrattenimento online e la formazione, o per i negozi online di alimentari che da soli hanno visto un +300%. I prodotti più comprati dagli italiani sono la pasta, i disinfettanti e i prodotti a lunga conservazione.
  • Gli operatori e-commerce in questo periodo vorrebbero una logistica più capace di reggere la domanda in sicurezza da una parte e una maggiore serenità delle persone che oggi non comprano più quello che non sia strettamente necessario per vivere in casa.

Report Casaleggio 2020

 

Domanda in aumento, quindi, abitudini di acquisto modificate: le aziende che prenderanno questo periodo come un periodo di sosta pensando che torneranno a fare lo stesso business di prima, sbagliano. Le evoluzioni sulle abitudini di consumo cambieranno completamente e i clienti si abitueranno a nuovi tipi di servizi e relazioni con le aziende.
Alcune aziende hanno già modificato il loro modello di business per far fronte all’emergenza.

Facebook ha intuito che non tutte le imprese saranno pronte al cambiamento e ha deciso di mettere a disposizione uno strumento facile, immediato, pratico, gratuito e semplice da creare. Una volta configurato il negozio, sarà possibile visualizzarlo sugli account Facebook e Instagram e presto anche su Messenger e WhatsApp. I negozi sono nativi e veloci, il che significa che non è più necessario passare ad un browser web mobile lento in cui inserire ogni volta la carta di credito o altri metodi di pagamento, quando interagirai con un prodotto interessante nei feed.

Nuove funzioni ed investimenti pubblicitari ottimizzati per l’obiettivo “vendite”

Con questo nuovo strumento, Facebook copre tutto il funnel di acquisto, ripensando a nuovi modi di interagire con il pubblico: aggiungerà funzioni per aiutare le persone a scoprire cose che potrebbero voler acquistare, anche dalle piccole imprese.

silver iphone 6 on white table

In futuro Shops si presenterà come una scheda dedicata allo shopping su Instagram e una destinazione specifica all’interno della tab “Esplora” in cui sarà possibile trovare e acquistare prodotti selezionati in base ai nostri interessi. Sono previste inoltre anche nuove funzionalità di shopping “live” su Facebook e Instagram, che permetteranno di acquistare su “Live” in tempo reale.
Infine, nel prossimo futuro i negozi utilizzeranno la tecnologia di intelligenza artificiale e realtà aumentata già in essere su Facebook e Instagram, per creare migliori esperienze di acquisto per gli utenti: ad esempio Zuckerberg parla di Identificazione e tag automatico dei prodotti nei feed in modo che gli utenti possano facilmente acquistare con un click l’oggetto desiderato, mostrandogli l’anteprima di questo per mezzo della realtà aumentata.

Se hai già accesso al catalogo dei prodotti e ai tag dei prodotti tramite il canale di vendita di Instagram, con Facebook Shops diventeranno automaticamente disponibili nelle prossime settimane e riceverai una notifica diretta. Se non hai ancora impostato una vetrina prodotti su Instagram e Facebook, Shops sarà a tua disposizione, dicono, per l’estate.

Anche le piccole imprese, quindi, saranno in grado di creare e personalizzare i loro negozi per mostrare i prodotti più rilevanti con un’intera suite di strumenti, chiudendo il cerchio:

  • costruire la propria presenza online su Facebook e Instagram.
  • utilizzare Messenger e WhatsApp per comunicare con i propri clienti.
  • raggiungere nuovi e vecchi clienti attraverso degli annunci.
  • creare un’esperienza negozio online completa con Facebook Shops.

Ci aspettiamo un grande incremento tecnologico anche per quanto riguarda gli annunci pubblicitari che avranno ancora di più un senso verticale specifico sulla vendita e sull’ottimizzazione del ritorno dell’investimento.

Se sei un’imprenditore del Food&Beverage o della Distribuzione Commerciale abbiamo creato una guida dedicata agli scenari e-commerce del tuo settore

 

Potrebbe interessarti anche

Pin It on Pinterest

Share This