Tendenze e-commerce: alcuni dati da interpretare

Le evoluzioni nel mondo degli e-commerce seguono un ritmo frenetico da sempre. Ma mai come in questo momento storico, il commercio online era stato così redditizio.

PRIMA DEL CORONAVIRUS

Anche prima dell’emergenza Covid-19, il valore totale delle vendite mondiali provenienti dagli e-commerce aveva superato i 3.400 miliardi di dollari. Non solo, secondo l’Osservatorio e-commerce B2C del Politecnico di Milano, In Italia nel 2019 gli acquisti online in Italia hanno sfiorato i 31,6 miliardi di euro (+15% rispetto anno precedente) di cui il 40% del valore totale sono acquisti provenienti da smartphone.

 

Domanda E-commerce b2c – Valore degli acquisti E-commerce da consumatori italiani

Sempre nel 2019 il mercato online Food&Grocery, di cui il food e agroalimentare è la principale componente, valeva quasi 1,6 miliardi di euro, circa il 5% dell’intera domanda e-commerce italiana. A testimoniare il trend di crescita esponenziale sono i dati sotto riportati.

 

Domanda E-commerce b2c Food&Grocery – Valore degli acquisti E-commerce nel Food&Grocery

Dai 0,83 miliardi del 2017, passiamo ai 1,14 miliardi del 2018 fino ad arrivare a 1,59 miliardi di € del 2019. Un miglioramento del +39% rispetto all’anno precedente che attesta come il food e-commerce sia tra i comparti più emergenti tra quelli che popolano gli acquisti online, destinato a crescere ancora.

DURANTE E DOPO IL CORONAVIRUS

Per pianificare il futuro dobbiamo capire il presente e come il mercato sta reagendo all’emergenza Coronavirus. Ogni grande crisi porta con sé grandi opportunità.

Le abitudini d’acquisto degli italiani sono cambiate profondamente. Nel mercato agroalimentare stiamo vivendo un ritorno a consumi più semplici, alla tradizione dei nostri nonni, alla predilezione di prodotti regionali, più vicini o a km 0. A casa si cucina, si impasta, si mangia con più calma, si trascorre più  tempo ai fornelli e anche chi non sa cucinare riscopre il piacere di farlo adesso che ha più tempo.

Sono caduti alcuni baluardi, come il sushi, cibi pronti o cibi troppo elaborati, a favore dell’acquisto di ingredienti base e primari come farina, uova, lievito.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno i volumi di acquisto sono aumentati del +17,8%, con punte del +105,9% per farine e miscele e +88,1% per le commodities. In alcuni settori, come quello food and beverage, alcuni dei clienti italiani hanno avuto in questo periodo un aumento percentuale del +400% delle net revenue generate, grazie al servizio di segmentazione avanzato.

In questo contesto l’e-commerce sta conoscendo una forte onda espansiva e una grande impennata in termini di ricerche e di vendite ed è certo che tra il 2020 e il 2021, il mobile sarà primo canale per gli acquisti online.

Se è vero che sono i dati a dover guidare ogni azione di marketing nel tuo settore, sappiamo che la tua vetrina online deve essere costantemente aggiornata con le ultime novità, rispecchiare i valori del tuo brand, essere in grado di soddisfare nuovi bisogni e avere sempre dei prodotti attraenti per il tuo cliente finale.

Se sei un’imprenditore o un manager del settore Food&Beverage, abbiamo realizzato una guida per comprendere meglio gli sviluppo dei tuo settore!

 

L’E-Commerce: un’opportunità contro il lockdown

Il Covid-19 ha indubbiamente cambiato le abitudini di spesa degli italiani. Sono cambiate le frequenze e l’ammontare complessivo degli acquisti: se è vero che le transazioni con carta nei negozi si sono ridotte drasticamente (con un -77% rispetto all’inizio di marzo 2020) contestualmente, è cresciuto il numero delle transazioni online (+ 9%) e il rispettivo volume ( +15%).

È molto probabile che questi comportamenti progrediranno anche dopo l’attenuarsi dell’emergenza. L’abitudine dei consumatori di ricorrere all’e-commerce per i propri acquisti si stava già consolidando da prima del lockdown.  Anche nei mesi post Covid-19, la spesa digitale continuerà ad essere una consuetudine.

In questo periodo di incertezza generale in cui non sappiamo cosa accadrà da qui a 6 mesi e quali saranno gli ammanchi per il mercato offline, vendere a conti fatti rappresenta l’unico sbocco sul mercato per tutte quelle aziende che sono ferme. Secondo un’indagine di Netcomm, l’associazione italiana del commercio elettronico,
il 77% delle imprese che vende online nei diversi settori ha acquisito nuovi clienti in quest’ultimo periodo.

Nel mercato italiano, la formazione di nuova domanda online di prodotti insoliti, sta creando nuove nicchie e opportunità di business che possono essere colte attraverso la realizzazione di linee prodotto pensate e create per soddisfare bisogni specifici. Le nuove abitudini alimentari influiscono su l’evoluzione della domanda: è infatti cresciuta la richiesta di prodotti bio, a km 0, vegetariani.

È sempre più evidente l’importanza di fornire informazioni chiare attraverso una comunicazione trasparente. Nel food oltretutto, il consumo di cibo è sempre più un momento esperienziale del quale parlare e da condividere con gli altri sui social.

Non è la crisi che fa scendere l’attenzione dei consumatori su ciò che mangiano, sugli ingredienti, sui valori nutrizionali, ma anche sul rispetto di alcuni processi ( basti pensare alle certificazioni religiose halal e kosher per i musulmani). Per le aziende italiane dell’agro-food & wine, l’e-commerce è una grande OPPORTUNITÀ DI BUSINESS, che potrebbe modificare in modo definitivo le abitudini di acquisto dei consumatori e accelerare le vendite.

 

Come trarre profitto dal commercio on line

Il settore del commercio on line può essere più resistente di altri comparti, anzi è uno dei pochi da cui trarre profitto in un momento storico di stasi ed emergenza.In che modo?

  • Introducendo la digital technology nelle tue vendite : cercando di portare on line il maggior numero di attività ordinarie;
  • Mantenendo la credibilità del tuo brand,adattando le comunicazioni al momento storico e alle abitudini specifiche dei consumatori;
  • Favorendo l’interazione con il target. L’ascolto del tuo pubblico in questo momento è fondamentale: ti permetterà di acquisire conoscenze adeguata allo sviluppo e alla realizzazione di prodotti;
  • Investendo su progetti che guardano al futuro;
  • Pensando ad una produzione innovativa (in termini di efficacia e di efficienza);
  • Mantenendo adeguati i budget pubblicitari e gli investimenti nel marketing e nella comunicazione per dimostrare presenza e capacità di adattamento del brand, evitando solo comunicazioni d’emergenza o commerciali.

Smettere di comunicare adesso con i tuoi clienti sarebbe l’errore più grande che tu possa fare.
Sarebbe come togliere un orologio per voler fermare il tempo.

Un momento di crisi come questo, può essere invece un’occasione unica per investire senza rischiare ed aumentare le vendite online anche nel tuo settore.

 

E-commerce: un nuovo modo di entrare in contatto con il tuo pubblico

Il web ha favorito il contatto diretto tra privati e produttori alimentari, senza l’intermediazione di aziende/cooperative. Non basta un sito web che metta in mostra alcuni dei tuoi prodotti agroalimentari e pensare di investire qualche € in pubblicità perché tutto funzioni.

Caratteristiche e format degli e-commerce italiani
Le caratteristiche fondamentali degli eshop che li differenziano dai grandi magazzini tradizionali sono:

  • Qualità dei prodotti
  • Facilità di reperire prodotti rari
  • Ampia varietà dell’offerta alimentare
  • Possibilità di confronto immediato con altri prodotti
  • Convenienza delle offerte

In generale per il food dobbiamo distinguere fra:

  • Shop online monoprodotto o monotematico
    specializzato nella vendita di particolari generi che punta sulla specificità, la particolarità e l’alta qualità;
  • Shop online multiprodotto o pluritematico
    Esprime il forte legame con il territorio di provenienza (terroir) promuovendo e vendendo ad es. un paniere dei prodotti tipici, locali o regionali

I consumatori che acquistano prodotti agroalimentari online non stanno comprando il prodotto, ma il servizio. Chi cerca di comprare un prodotto online lo fa principalmente per comodità.

Partendo da questo assunto possiamo capire come ad oggi siano diversi i modelli per vendere on-line prodotti agroalimentari: scopri come!

 

Piattaforme per e-commerce: quale scegliere

Avere un e-commerce di proprietà rimane la scelta ideale anche per un’azienda agroalimentare.
In questo modo avrai sempre il pieno controllo dei flussi di traffico, la gestione avanzata del magazzino, integrata con il tuo gestionale, la possibilità di controllare digitalmente la fatturazione, ma soprattutto l’opportunità unica di dialogare con i clienti già acquisiti e di raccogliere e ascoltare meglio i loro gusti e studiare per loro offerte dedicate, con listini prezzi personalizzati.

Una carrellata veloce su cosa devi sapere prima di dare il via ad un’attività commerciale on line che richiede necessariamente tempo e denaro.

La scelta va fatta valutando tutte le variabili: i prezzi, le funzionalità, flessibilità e facilità di utilizzo, i modelli disponibili e la possibilità di customizzare il design , i componenti aggiuntivi e il supporto clienti.
Non esiste una soluzione definitiva quando si tratta di e-commerce, ma la soluzione giusta va trovata insieme guardando ai TUOI REALI BISOGNI.

La scelta della piattaforma giusta va fatta valutando quelle che sono le tue personali esigenze.
Il prezzo e la facilità di utilizzo non sono le uniche variabili da prendere in esame.

ecommerce-shopify-prestahop-woocommerce

Nel mercato mondiale delle piattaforme noi ne abbiamo selezionate tre fra le più popolari, e più utilizzate dai nostri clienti e le abbiamo messe velocemente a confronto per te: Prestashop, Shopify e WooCommerce.

prestahop

Prestashop è un’opzione eccellente per diversi motivi. E’ gratuito, il che è fantastico, se sei un’azienda giovane e vuoi investire più in strategia che sulla piattaforma. Ti consente anche di attingere a un programma di partnership per aiutarti a trovare più affari.

Vantaggi 

  • Se hai una piccola o media aziendaè ottimo per iniziare
  • Flessibilità ed autonomia nella gestione del catalogo e dello stock
  • Tante estensioni e moduli per funzioni aggiuntive
  • Marketing di base già implementato (gestione coupon, buoni sconto, categorie prodotti illimitate, ecc.)

shopify
Shopify è un’altra piattaforma CMS ospitata all-in-one. Non è necessario acquistare hosting, installare alcun software o gestire cose come aggiornamenti e backup. Ha un’interfaccia drag and drop molto semplice. Supporta le vendite in negozio, il che è fantastico se hai un magazzino fisico e uno online.

Vantaggi 

  • Soluzione rapida ed intuitiva per chi non vuole perdere tempo
  • Bassi costi di sviluppo e implementazione
  • Risolve i possibili problemi creati da hosting e server
  • Possibilità di personalizzazione con tanti template grafici e plugin a disposizione
  • Assistenza clienti h24. Hanno un ottimo supporto tecnico 7 giorni su 7, tramite chat live, e-mail, telefono e persino Twitter.


WooCommerce è fra le piattaforma di e-commerce più popolari e diffuse. È davvero flessibile ed è facile da gestire.
È praticamente un potente plugin per la piattaforma WordPress. Offre tutte le funzionalità di cui hai bisogno pur mantenendo la facilità d’uso della sua piattaforma madre. Unica condizione avere un CMS WordPress sul tuo sito.

Vantaggi

  • Flessibilità e massima personalizzazione
  • Consente di integrare sito web, blog ed e-commerce, tutto in un unico luogo ( CMS WordPress)
  • Professionale ma semplice da utilizzare anche per chi non è esperto e del settore
  • Espandibile con altre plug in, si possano implementare altre funzioni e in continuo aggiornamento
  • Mobile friendly, garantisce la perfetta visualizzazione del tuo e-shop su tutti i dispositivi mobili
  • SEO friendly, predisposto per garantire la massima indicizzazione da parte dei motori di ricerca

Naturalmente ognuna di queste piattaforme ha  plus e minus che vanno valutate in base alle esigenze della tua azienda agroalimentare. Vuoi sapere quale sono i costi e tempi di realizzazione? Quale possibilità hai di ottimizzare i contenuti per un migliore traffico organico? Vuoi conoscere gli strumenti più efficaci per il tuo e commerce?
Ne parliamo nel prossimo articolo!

Vuoi scoprire qual’è la piattaforma più adatta al tuo business?Approfondisci i temi in una call gratuita con un e-commerce specialist con cui potrai approfondire!

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Pin It on Pinterest

Share This