Instagram, uno strumento fondamentale per ogni azienda

Dai brand più importanti ai piccoli retail a conduzione familiare, diverse aziende in tutto il mondo utilizzano Instagram, per raggiungere e trovare nuovi clienti in target, rafforzare il rapporto con quelli attuali. Il social fotografico per eccellenza rappresenta, infatti, una vera e propria community in cui gli utenti entrano in contatto con l’immagine, davanti o dietro le quinte, di un business. È un social dinamico, piacevole da fruire, e se lo si utilizza nel modo corretto mette a disposizione tante opportunità per creare da sempre awareness ed engagement, ma anche business, basti pensare alla possibilità introdotte con la possibilità di avere un e-shop e delle vetrine prodotti con possibilità di acquisto diretto, Questo è stato uno dei primi trend più importanti su Instagram nel 2020, anche grazie alle novità introdotte da Facebook a favore delle imprese.
Oggi parliamo invece di una delle ultimissime novità, in ordine di tempo, l’utilizzo dei filtri in realtà aumentata.

Filtri AR Instagram e realtà aumentata: come le aziende possono sfruttarli al meglio

La realtà aumentata per i social media e il web è uno strumento di marketing virale molto potente. Essendo accessibile a tutti, un filtro può essere usato da chiunque, esser condiviso e di conseguenza aumentare il bacino dei potenziali clienti raggiunti, con una modalità molto interattiva e coinvolgente.

Facebook ha ufficialmente aperto a tutti il software Studio Spark AR, utilizzato fino a poco tempo fa solo da sviluppatori professionisti per creare i filtri AR per le Instagram Story di brand e designer. Ora chiunque può dare spazio all’immaginazione e creare e pubblicare i propri filtri AR per le IG Stories. Scopri quelli che abbiamo creato noi per Webeing.

img articolo 4

Questa novità è stata accolta con grande successo perché oltre a scatenare la creatività degli utenti, si è rapidamente trasformata in un nuovo strumento di marketing per le aziende che desiderano comunicare in modo creativo con il proprio target.

Realizzare filtri AR personalizzati per è un modo creativo e divertente per:

  • promuovere la propria pagina,
  • rendere riconoscibile il marchio,
  • sponsorizzare nuovi prodotti o il lancio di nuove collezioni,
  • far indossare in anteprima agli utenti occhiali, abiti, accessori e cosmetici.

In questo modo, anche il consumatore che generalmente non acquista online perché ha la necessità di provare il prodotto prima di acquistarlo, può immergersi in un’esperienza virtuale e vivere in modo diverso il processo d’acquisto.

I filtri facciali brandizzati diventano quindi un ulteriore servizio a costo zero nei confronti dell’utente, il cui ritorno in termini di guadagno e di visibilità è enorme: ogni volta che il filtro brandizzato viene utilizzato, nella parte superiore della storia compare il nome dell’effetto e il rimando al profilo del realizzatore, favorendone così la diffusione.

Una volta creato il filtro, questo verrà pubblicato direttamente sul proprio profilo Instagram e, sarà facilmente accessibile tramite l’apposita icona che si trova direttamente sotto le storie in evidenza nel profilo. Infine, è possibile far comparire il pulsante “Provalo” ogni volta che un utente pubblica una storia con filtro brandizzato, facendo in modo che tutti possano accedervi facilmente e usarlo.

Instagram permette inoltre di misurare le performance del filtro tramite gli insights: è possibile tracciare metriche come le impression, il numero di volte in cui un effetto è stato visualizzato sullo schermo, le catture, il numero di volte in cui qualcuno ha catturato una foto o un video in cui è stato mostrato l’effetto nella videocamera Instagram e le condivisioni, il numero di volte in cui qualcuno ha scattato e condiviso una foto o un video che mostrava l’effetto su una storia su Instagram.

Il vantaggio di avere il proprio filtro di Instagram è quello di “trasformare” i nostri seguaci da osservatori passivi in ​​spettatori partecipanti e creatori attivi, che si fanno portatori e veicolano di fatto il messaggio dell’azienda.

Raggiungi nuovi clienti con i filtri AR Instagram

I filtri instagram facciali, insieme alle GIF personalizzate, stanno riscuotendo grande successo perché sono strumenti innovativi in grado di:

  • suscitare interesse nei follower,
  • interagire in modo originale e divertente,
  • creare engagement,
  • aumentare la brand awareness,
  • creare viralità dei contenuti.

Ad oggi però le Instagram story contenenti i filtri non possono essere sponsorizzate – questo per alcuni brand potrebbe corrispondere ad un deficit – ma è possibile inserire il link, in modo tale che facendo “swipe-up” l’utente venga indirizzato ad una schermata di conferma che gli permetterà di accedere al filtro.

Non ha importanza che tu sia una piccola impresa o un grande brand, perché Instagram da veramente la possibilità a tutti di sperimentare queste nuove funzionalità, coinvolgendo l’utente con esperienze interattive e soprattutto inedite.

Il caso Giocamondo, un pacchetto di filtri per un’esperienza indimenticabile

Giocamondo, tour operator di Ascoli Piceno leader nell’organizzazione di vacanze studio per ragazzi e di servizi turistici d’eccellenza, ha scelto di rivolgersi a noi per la realizzazione di alcuni filtri Instagram e GIF, da integrare alla propria strategia digital omnichannel.
Data l’enorme affinità tra Instagram e i ragazzi, potenziali fruitori dei filtri, abbiamo creato 5 filtri differenti per accompagnare l’utente nell’intera esperienza, ognuno da utilizzare in una fase differente della vacanza.

Per il progetto “Giocamondo Study”, che consiste in vacanze studio all’estero per ragazzi, sono stati realizzati 3 tipi di filtri:

  • filtro random – Da utilizzare prima della partenza
  • filtro maschere con le varie destinazioni – da utilizzare durante il soggiorno
  • tocco accademico – adatto per la fine del soggiorno, che coincide con il momento in cui i ragazzi ricevono l’attestato il corso di inglese.

img-articolo-1

Per il progetto “La Mia Estate”, che consiste in soggiorni estivi per bambini, abbiamo realizzato questi filtri:

  • filtro random – da utilizzare prima di partire per il soggiorno
  • filtro cappellino – da utilizzare durante il soggiorno

Entrambi i progetti sono stati guidati da un obiettivo: rendere l’utente protagonista, in modo da diventare lui stesso testimonial della sua esperienza.

img-articolo-2Webeing Mood: il nostro filtro AR Instagram

Se siete arrivati fin qui con la lettura avrete senz’altro compreso le enormi potenzialità dei filtri Instagram: per questo motivo abbiamo deciso di cogliere la palla al balzo!

Anche noi ci siamo divertiti a creare un nostro personalissimo filtro Instagram, una declinazione social dello stile Webeing.
Provalo subito qui, salvalo nella tua fotocamera e tagga @webeingnet nelle tue storie!

img articolo 3

Vuoi sfruttare le potenzialità di Instagram e dei filtri Spark Studio AR per comunicare con il tuo target in modo diverso e anticonvenzionale?

Contattaci subito compilando la form qui in basso!

 

 

Potrebbe interessarti anche

Pin It on Pinterest

Share This