Ricerche online: analisi, previsioni e strumenti essenziali con Google

Come sai Google è un motore di ricerca fra i più famosi al mondo: sicuramente lo utilizzi di certo anche tu da smartphone, tablet e pc per avere informazioni e per fare ricerche di ogni genere e in ogni momento della giornata.
Un mezzo potentissimo per trovare, ma soprattutto per essere trovati.
Alla base delle ricerche online, ci sono le “famose” parole chiave scelte dagli utenti per cercare risposte ai loro quesiti. Per dare una spinta al tuo business in prospettiva digitale, a maggior ragione se desideri sviluppare o potenziare un sito e soprattutto un e-commerce, devi conoscere come funziona Google e come puoi trarne vantaggio, per vendere di più e meglio grazie alla SEO.
Se desideri essere immune a future crisi, riprendere o proseguire la tua attività in ambito digital con più prospettive, prosegui con la lettura.

Google, uno strumento utile per orientarsi e per cavalcare tendenze

Ogni secondo, su Google vengono effettuate più di 70.000 ricerche. Molte di queste si compongono di parole chiavi comuni, già largamente utilizzate e per le quali sono già tantissimi i risultati posizionati. Altre, sembrano essere “terra di nessuno”.

Lato marketing digitale, Google offre una serie di servizi integrati utili. Oltre ad essere un motore di ricerca è anche un sistema di archiviazione che permette di analizzare alcuni dati sui contenuti online, testuali o multimediali come video, immagini e audio.
Un sistema che offre anche informazioni sulle ricerche che le persone fanno per trovare questi contenuti.
Informazioni preziose che danno la possibilità ad ogni imprenditore di creare e immettere sul mercato prodotti che sono effettivamente ricercati dall’utente, che offrono risposte puntuali alle sue domande e che si accordano con le sue abitudini di ricerca.
Per ogni business, come avrai capito già, Google è una risorsa determinante: diventa quindi un imperativo conoscere le sue potenzialità, decidere come sfruttarle per farsi conoscere, per essere contattati e, infine, scelti.
Vediamo nei paragrafi successivi come puoi capire come entrare nel meccanismo e quali sono le parole più adatte al tuo business.

SEO, per vendere servono le parole giuste

Se sei il titolare di un’impresa e hai deciso di lanciare il tuo business in rete, avrai di certo sentito parlare di SEO. Ma che cos’è la SEO e perché tutti la ritengono così importante?
Per comprenderlo ti basterà riflettere sul significato dell’acronimo: SEO sta per Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca. Ciò che si può ottenere grazie alla SEO è quindi un miglior posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca principali (Google su tutti). Un buon posizionamento del tuo sito consente agli utenti, cioè potenziali clienti, di raggiungerlo e acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Percentuale di traffico organico generato dai principali motori di ricerca (Fonte: Net Market Share)

La SEO ti aiuta a conquistare nuovi clienti, fidelizzare quelli già acquisiti e affermarti come voce autorevole sul web.
Quando si parla di SEO per il business e per i mercati B2B, si fa riferimento a una serie di tecniche e strategie che consentono al proprietario di un sito web di “battere” la concorrenza e rendere il suo business maggiormente visibile.

Per ottenere questo risultato è indispensabile:

  • progettare un’architettura del sito realmente efficace;
  • riuscire ad ottimizzare il sito in ottica SEO;
  • realizzare un buon piano di link building;
  • ottimizzare in maniera efficace i contenuti.

Queste sono solo alcune delle tecniche utili per dar vita ad una SEO che funziona realmente: fondamentale è aggiungere competenze tecniche e analisi del mercato.
La SEO rappresenta un elemento chiave per la tua azienda, in grado di condurti al successo. Per comprendere come l’ottimizzazione sui motori di ricerca può concretamente aiutare la tua attività, ti proponiamo i tre elementi cardine su cui fa leva.

  • Trovare le parole chiave inerenti al tuo business. Conoscere le parole chiave più cercate dai tuoi potenziali clienti ti consente sia di ottimizzare il tuo sito web in base a tali evidenze, sia di comprendere meglio il tuo target per attivare strategie di marketing a vari livelli.
  • Aumentare la notorietà del tuo brand in rete. Le attività di link building consistono in una strategia SEO per acquisire link e citazioni su altri siti web che migliorano la presenza di un sito sui motori di ricerca. In presenza di recensioni e giudizi positivi sulla qualità di prodotti e servizi resi al cliente, generano fiducia e autorevolezza del brand.
  • Aumentare il valore del brand. Amplificare il valore di un marchio è l’obiettivo di ogni titolare d’impresa. Si tratta di un obiettivo a lungo termine: una volta raggiunto, garantisce quel successo a cui ogni imprenditore aspira.

Grazie al nostro articolo dedicato puoi saperne di più su tool SEO e SEO strategy per e-commerce.

Local SEO, cos’è e perché è importante farti trovare in zona

La Local SEO è un’attività relativamente giovane, in particolar modo in Italia, in cui le aziende stanno iniziando ora a dimostrare interesse e a investire dei budget significativi.
I fattori di ranking locale – il ranking è il modo di Google di assegnare un punteggio al tuo sito web e alle sue pagine – rappresentano un elemento molto importante: riuscire a conoscerli e interpretarli può fare la differenza.
Le microimprese rappresentano la grande maggioranza del tessuto economico europeo e, a fronte di questa evidenza, Google sta dimostrando interesse al fine di rendersi per loro indispensabile. Abbiamo già visto molti cambiamenti nell’ambito locale, con l’introduzione di apposite schede informative – come ad esempio le schede di sponsorizzazione per hotel – e l’introduzione di una serie di funzionalitàorganiche” e “a pagamento”. La strada sembra abbastanza definita e una strategia di Local Marketing diventa come ossigeno per dare una sferzata al proprio business e ottenere risultati. Bisogna esserci, insomma. Ma come?


L’importanza della Local SEO, soprattutto per attività locali come quelle della ristorazione è innegabile, in particolar modo per la possibilità di intercettare le ricerche da smartphone e dispositivi mobili in tempo reale, sulla base della posizione geografica dell’utente che sta effettuando la ricerca (ad esempio, la ricerca di un ristorante dove poter mangiare o di albergo dove poter alloggiare).

Quando parliamo di local marketing è evidente il riferimento al mobile. Già da diversi anni Google sta migliorando le performance delle ricerche da smartphone e dispositivi mobili: gli specialisti SEO lo hanno visto a partire dall’aggiornamento “Pigeon”, con l’utilizzo dell’etichetta “Mobile friendly”, fino ai continui aggiornamenti dei fattori di ranking proprio per il mobile.

Questa spinta al miglioramento si verifica perché gran parte delle ricerche da mobile hanno un intento di acquisto molto avanzato, ossia portano con sé grandi potenzialità di conversione a favore dei business locali. Di conseguenza, grandi possibilità di guadagno per Google.

L’ottimizzazione del profilo aziendale su Google My Business è un’altra attività importantissima. Se sei un grossista o sei un imprenditore nel settore agroalimentare questo tipo di ottimizzazione SEO, se ben fatta, permetterà di aumentare il traffico verso il tuo sito e di farti trovare da clienti in zona, interessati alla tua attività.

Vuoi sperimentare le potenzialità
di Google e scoprire le keyword per il tuo business?

Prenota una call senza impegno con Ale, il nostro SEO Expert: 30 minuti solo per te!

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Pin It on Pinterest

Share This