Una buona SEO Strategy e le molteplici possibilità offerte dai tool SEO, soprattutto a livello competitivo o comparativo, sono indispensabili all’interno di una strategia di business.

Le domande da porsi sono tante, soprattutto in un settore competitivo come quello del food, e soprattutto se si vuole ottimizzare un e-commerce:

  1. Quali sono le parole chiave più efficaci per la SEO?
  2. Quali sono i modi migliori per eseguire una ricerca di parole chiave PPC (Pay Per Click, ossia parole chiave sulle quali fare investimenti pubblicitari) e scegliere quelle più efficaci per gli annunci AdWords di Google?
  3. Come individuare le parole chiave appropriate per l’audience di destinazione?

Tante domande alle quali poter trovare una soluzione utilizzando, ad esempio, uno strumento dedicato. Con le funzionalità di SEMrush Keyword Research è possibile avere facilmente una risposta.

 

Tool SEO: le potenzialità di SEMRush

  • Analizzare keyword di settore e il loro rendimento. Individuare la giusta keyword per cui posizionare il proprio e-commerce può infatti fare la differenza nel momento in cui vogliamo intercettare i nostri utenti e potenziali clienti sulla base delle loro necessità e dei loro intenti di ricerca.
    Ad esempio, nell’immagine qui sotto, vengono prese in esame le parole chiave “grossisti alimentari”, per cui ogni mese vengono effettuate 480 ricerche. Essere posizionati per queste keywords potrebbe garantire dei contatti altamente profilati in ottica B2B.

    Keyword Overview sulle parole chiave “grossisti alimentari”.

  • Analizzare le pagine dei risultati di ricerca (SERP, Search Engine Results Page) per verificare se e quali competitor hanno un miglior posizionamento per una keyword di nostro interesse ed effettuare un’attività di analisi di posizionamento competitivo, per valutare quali sono i parametri che hanno permesso ai siti concorrenti di ottenere quel risultato e definire le attività utili al raggiungimento dello stesso risultato.
    Come si può vedere dall’immagine, l’analisi delle SERP per la keyword “grossista alimentare” permette di definire i principali competitor nella ricerca organica e definire i benchmark di riferimento per la stesura di una strategia SEO B2B.

    Definizione dei benchmark di riferimento tramite l’analisi della SERP.

  • Definire keyword alternative per il posizionamento organico, in modo da attirare il maggior numero possibile di clienti potenziali differenziando contenuti e proposte sulla base dei numeri e dei risultati attesi per differenti comportamenti e intenti di ricerca.

    Analisi di keywords alternative a “grossisti alimentari”: bisogna tener conto che gli utenti non utilizzano tutti le stesse per raggiungere lo stesso risultato!

    La comparazione tra keyword permette di definire quali sono gli intenti di ricerca correlati degli utenti. Questa analisi aiuta a definire meglio il target e il relativo comportamento online e, allo stesso tempo, di individuare le migliori keyword per definire la propria strategia SEO. In che modo? Sulla base di valori e dati come i volumi di ricerca, le tendenze stagionali delle ricerche, la competitività e la difficoltà di posizionamento. Per ogni keyword di riferimento è possibile individuare i competitor ed analizzarne il posizionamento nel dettaglio.

  • Analizzare nel dettaglio il rendimento di un sito di un competitor, valutare l’impatto della ricerca organica sul traffico organico generato, scoprire quali keyword portano il maggior volume di traffico, siano esse “branded”, cioè legate al marchio, o “non branded”, legate quindi a servizi e prodotti.
    L’immagine mostra l’analisi preliminare del rendimento sui motori di ricerca compiuta sul sito “esselunga.it”. SEMrush permette di poter subito comprendere quante parole chiave portano traffico e di avere indicazione dell’investimento in advertising messo in campo, sulla base delle stime relative al comportamento degli utenti.

    Dati riguardanti le performance sui motori di ricerca del sito “esselunga.it”.

     

    Analisi del traffico organico per il dominio “esselunga.it” ed evidenza dei trend di crescita per le keyword che generano traffico verso il sito.

     

  • Analizzare il dettaglio degli annunci a pagamento, visionando l’anteprima degli annunci e le keyword alle quali il singolo annuncio è collegato, dopo aver già intercettato il volume dell’investimento in advertising messo in campo.

    Esempio di annunci Google Ads a pagamento attivi in realtime per il dominio “esselunga.it”.

SEO trend: cosa ci aspetta domani dobbiamo saperlo oggi

Tra i trend del futuro prossimo, nel mondo degli e-commerce e in ottica B2B, diamo qualche numero e ti presentiamo le attività relative a marketing e advertising che stanno prendendo piede o sulle quali si scommette di più a fronte dei risultati raggiunti:

  1. Tra le attività di marketing, quelle SEM (Search Engine Marketing) continuano a raccogliere la maggior parte degli investimenti (20%) seguite proprio dalle attività SEO (Search Engine Optimization) con il 12%. Più del 30% dell’investimento è dedicato in sostanza ai motori di ricerca.
  2. Alle attività di Social Media Marketing è dedicato l’11% degli investimenti e all’Email Marketing il 9%; Remarketing e Retargeting (5%) in particolare aggiungono un altro 5% agli investimenti secondo le tendenze 2020.
  3. Tra le strategie da mettere in atto per incrementare le vendite online, il 40% delle aziende italiane ha dichiarato che entro i prossimi 24 mesi provvederà all’ottimizzazione del sito in termini di velocità, prestazioni e customer experience. Il 33% vuole adottare o ottimizzare il CRM per attività di marketing automation, mentre il 27% pensa alla personalizzazione dei prodotti e al retargeting.
  4. L’inserimento o il potenziamento delle recensioni dell’esperienza di acquisto sarà attuato invece dal 21% delle aziende.

Fonte Casaleggio Associati, Report stato dell’arte E-commerce B2B in Italia 2020

Per Google la tua presenza conta

Come avrai compreso, una strategia digitale che supporta il tuo business e che aiuta ad avere risultati non può prescindere dall’analisi delle ricerche online e da una seria attività strategica SEO soprattutto per e-commerce.
Essere nelle prime posizioni dei motori di ricerca è possibile ma c’è molta concorrenza. Bisogna fare valutazioni e studi delle statistiche, soprattutto pianificare e farlo nei tempi giusti. Non praticare questa strada, soprattutto nel tempo che stiamo vivendo per il settore agroalimentare, è praticamente una sentenza programmata.

Vuoi sperimentare le potenzialità
di Google e scoprire le keyword per il tuo business?

Prenota una call senza impegno con Ale, il nostro SEO Expert: 30 minuti solo per te!

 

Potrebbe interessarti anche

Pin It on Pinterest

Share This