Una ripartenza del settore turistico, che non ha raggiunto lo sperato e rassicurante traguardo di ritmo costante, ha sorpreso però con uno sprint in grado di dare segnali di ottimismo, che fanno bene a tutti.

Quest’anno, come mai prima, l’Italia è stata riscoperta dagli italiani e i dati della stagione estiva appena trascorsa possono suggerire strategie efficaci per prepararsi ai mesi prossimi e ai possibili scenari, per ottenere i risultati sperati.

L’Italia è la meta agognata da ogni viaggiatore nel mondo e ogni angolo del bel paese può aspirare ad attrarre turisti: bisogna comunicare in maniera strategica valori ed esperienze e, soprattutto, lasciarsi aiutare dai dati.

Numeri, percentuali, variazioni e raffronti sono alla base dell’analisi di marketing che è essenziale in ogni progetto che si affaccia sul mercato. Nel caso del turismo, per responsabili di hotel e ristoratori questo vale ancor di più, per l’alto tasso di competitività.

Riuscire a definire lo scenario, le evoluzioni dei flussi e qualche previsione offre l’opportunità di “stare sul pezzo” e anche qualche passo avanti agli altri.

Capire come intercettare il pubblico di turisti e potenziali ospiti di alberghi, strutture ricettive e locali dedicati alla ristorazione può fare la differenza. Anche per lanciarsi in nuovi progetti per far evolvere il proprio business come imprenditore o manager del settore.

 

Turismo e tecnologia, per fare incoming turistico bisogna investire in digitalizzazione

In una indagine Istat i cui dati sono stati presentati in sintesi, si evince come la tendenza di imprese del settore turistico in questo periodo critico sia stata quella dell’investimento in digitalizzazione.

Ricerca e destinazione turistica da mobile

Il distanziamento ha fatto emergere il ruolo strategico di strumenti, piattaforme e comunicazione digitale per raggiungere i destinatari, continuare a promuovere la propria visibilità, allacciare e mantenere relazioni con le persone.

Il turismo e tutti i settori correlati hanno bisogno di conoscere gli strumenti di digital marketing turistico che la tecnologia mette a disposizione, per migliorare il lavoro e per aumentare la soddisfazione del cliente.

Migliorare l’intera user experience del turista è possibile, e farlo con strategia e conoscenza dei dati permette a ristoratori e imprenditori del settore alberghiero di agire in maniera mirata, per portare risultati alla fine del percorso.

Un percorso che diventa circolo virtuoso quando il funnel del turismo digitale si completa andando verso l’advocacy e la fidelizzazione: buone recensioni, prenotazioni reiterate.

In poche parole, la persona ospitata nella tua struttura ricettiva, nel locale o ristorante, diventa il volano stesso del business, l’energia che muove comunicazione e interesse di altri verso la tua attività.
Al posto di un funnel sequenziale, pensa a un modello circolare più fluido e senza frizioni, che sfrutta le potenzialità della metodologia Inbound marketing, alla base del nostro lavoro in agenzia.

Digital tourism per alberghi e ristoranti: ragionare in digitale serve per il turismo reale e locale

Turismo digitale e destinazioni di vacanza

Come è andata la stagione estiva in Italia? Nelle realtà geograficamente più circoscritte come è stata la performance di prenotazioni e presenze turistiche?

“Il turismo italiano ha messo il turbo. E tra luglio e agosto i connazionali che hanno scelto di trascorrere le vacanze nel nostro Paese hanno battuto ogni record. Sono arrivati a 23 milioni in totale contro i 17 del 2020 e i 18 del 2019, l’anno precedente la pandemia. Un risultato che all’inizio della stagione era del tutto inatteso. E con loro hanno villeggiato in Italia anche sei milioni di vacanzieri stranieri, molto meno rispetto alle estati pre-pandemia ma a loro volta in numero consistentemente più numeroso del previsto, un dato favorito dagli effetti positivi del “green pass”. A rilevarlo una indagine di CNA Turismo e Commercio condotta tra gli associati alla Confederazione di tutto il Paese”. (Fonte: Cna.it)

I dati dovrebbero guidare tutte le decisioni strategiche di ristoratori e albergatori, in generale di chi si occupa di digital marketing turistico. Alla luce di quanto appena letto per questa stagione estiva, abbiamo una indicazione chiara che l’Italia piace agli italiani e che il forte trend di scegliere una vacanza in territorio nazionale potrebbe continuare, a favore di un forte interesse per il turismo di prossimità.

Le intenzioni di viaggio sono suggerite sempre dai dati, soprattutto ricerche e prenotazioni su grandi piattaforme online, che mostrano quanto sia utile ragionare in digitale per l’economia reale, e quanto i metodi di promozione turistica locale debbano basarsi sulle analisi di marketing per le successive strategie da mettere in campo.

Come si traduce in termini di metodi efficaci di promozione turistica? Significa migliorare la propria attività di comunicazione per aumentare la visibilità della propria offerta o attività. Significa entrare in contatto con un pubblico maggiormente profilato grazie a tecniche di Personas Design che cavalca anche i micro dati.

Si traduce in un aumento di contatti per richiesta di informazioni, lead caldi che possono trasformarsi in prenotazioni.

Metodi di promozione turistica: la ripresa parte dai dati con strumenti di digital marketing turistico

Data driven marketing turistico

Per intercettare la domanda potenziale del settore turistico, anche il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo ha capito la potenzialità del digitale e quanto fondamentale sia utilizzare strumenti e piattaforme, tanto da ospitare la presentazione del progetto Google dedicato agli albergatori.

Hai mai sentito parlare di Hotel Insights? Rientra nelle iniziative per l’Italia in Digitale che supporta la crescita del Paese: senza digitalizzazione la trasformazione fatica ad avvenire. Le imprese non decollano. Questo vale anche per il settore del turismo.

Vogliamo fare un breve tour in questo strumento dedicato all’analisi del turismo digitale ed analizzare insieme a te alcuni dati, per aiutarti a scoprire come funziona questa piattaforma: un utile esempio di tool data-driven per chi desidera iniziare a ragionare in termini di digital marketing turistico per le prossime strategie.

Prenderemo in esame i dati della zona di Ascoli Piceno, dove si trova la nostra agenzia, e della regione Marche. Valuteremo anche le informazioni che arrivano da altri strumenti: Destination Insights e Google Trends, per avere un quadro complessivo migliore.

Hotel Insights, l’interesse di ricerca per alloggi e sistemazioni turistiche per Ascoli Piceno

Fonte: Hotel Insights
Target: Provincia di Ascoli Piceno
Dati: ultime 12 settimane dalla pubblicazione dell’articolo
Trend: tra il 10% e -10%. Variazione percentuale dell’interesse di ricerca per le sistemazioni nella zona di Ascoli Piceno registrato in tutti i Paesi del mondo durante il periodo di tempo specificato, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Stima delle variazioni annuali in base ai volumi di ricerca indicizzati, raggruppate in intervalli percentuali.

Variazione dell’interesse di ricerca nella zona di Ascoli Piceno

Hotel Insights - Interesse di Ricerca nel tempo

Conoscere le variazioni dell’interesse di ricerca per sistemazioni presenti nella tua zona di ricerca ti permette di fare qualche previsione e aiutarti sia nel pianificare prima le tue strategie sia di organizzarti per i momenti di maggior afflusso.

I momenti di picco sono quelli dei mesi estivi con una flessione dopo il mese di settembre e seppur con un delta sensibile, questa ricorrenza si presenta nel 2021 come per il 2020. Diventa fondamentale essere presenti  nei “luoghi digitali” prima dell’attivazione della ricerca da parte delle persone che stanno organizzando le vacanze.

Nello specifico, i picchi di ricerca durante i weekend presumono ricerche rivolte a destinazioni per soggiorni brevi, di una giornata o di un weekend, con un interesse spiccato per il turismo di prossimità, mete relativamente vicine da raggiungere.

Una tendenza che vedremo confermata fra poche righe, analizzando i dati di un altro strumento per l’analisi delle ricerche “macro” a livello italiano. Questo tipo di approccio permette quindi di utilizzare queste indicazioni anche per previsioni simili rispetto alla stagione 2022.

Da dove arrivano le ricerche? Diventa utile sapere se i potenziali visitatori sono nazionali o esteri perché questa conoscenza permette di ottimizzare la tua attività di promozione, raggiungere un target più profilato o trovare spunto per ampliare la platea. In questo caso che stiamo analizzando, quasi la totalità dell’interesse delle ricerche è nazionale.

Analizzare il comportamento degli utenti e i dati ad esso collegati è di primaria importanza perché, quando il comportamento degli utenti risulta essere ciclico, abbiamo la possibilità di intervenire in anticipo sulla base di quanto i dati ci raccontano, un enorme vantaggio strategico e commerciale.

Avere queste informazioni contribuisce infatti a programmare e a ottimizzare le azioni di promozione perché definisce meglio le opportunità.

Hotel Insights - ASCOLI Visitatori nazionali ed esteri

Qual è la provenienza di chi ha espresso interesse per la provincia di Ascoli Piceno? Ci sono informazioni utili per pianificare in anticipo le strategie di promozione e comunicazione per la stagione futura?

L’andamento delle ricerca mostra l’interesse espresso da persone su territorio nazionale. In particolare, il 22% del volume di ricerca è stato sviluppato da persone che si trovavano all’interno della regione: questo permette di dipingere un quadro positivo per il turismo di prossimità e per metodi di promozione impostati in questa direzione per le strutture ricettive.

Hotel Insights - Provenienza domanda di mercato

Poi si può guardare oltre confine: osservare le variazioni delle ricerche internazionali rispetto agli ultimi tre anni permette di pianificare strategie che possano far trovare al momento giusto la tua attività ai turisti esteri. Per i mesi passati, probabilmente anche a causa delle limitazioni dovute alla pandemia, l’interesse per la destinazione oltre confine non è stato così significativo.

Qual è il mercato principale? Puoi verificare dove sia maggiore l’interesse per le ricerche di sistemazioni nella zona e analizzare le tendenze anche su base nazionale. In questo caso, il mercato principale è quello italiano, seguito dai Paesi Bassi e la Germania, mercati esteri che hanno registrato una forte di crescita: il primo superiore al 75% e il secondo fra il 50% e il 75%.

Hotel Insights - Mercati Principali

Lo strumento di Google permette di valutare, qualora l’interesse di ricerca da parte di navigatori all’estero sia significativo, anche le diverse nazionalità e questo mette in condizione di calibrare le azioni da mettere in campo per quanto riguarda il farsi trovare online: ad esempio, un sito web in lingua inglese, ottimizzazione Seo, campagne ads in lingua e studiate per aree geografiche e mercati in cui posizionarsi).

Hotel Insights, l’interesse di ricerca per alloggi e sistemazioni turistiche nella regione Marche

Adesso ripetiamo la ricerca, ma estendiamo la zona di interesse all’intera regione Marche.
Fonte: Hotel Insights
Target: Regione Marche
Dati: ultime 12 settimane
Trend: tra il 10% e -10% Variazione percentuale dell’interesse di ricerca per le sistemazioni nella zona delle Marche registrato in tutti i Paesi del mondo durante il periodo di tempo specificato, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Stima delle variazioni annuali in base ai volumi di ricerca indicizzati, raggruppate in intervalli percentuali.

Variazione dell’interesse di ricerca nella regione Marche

Hotel Insights - Variazione dell'interesse di ricerca

Questa informazione ci permette di verificare un comportamento ricorrente degli utenti nel corso del tempo e, di conseguenza, di poter anticipare le mosse strategiche sfruttando nel miglior modo possibile le informazioni acquisite. Cosa si evidenzia?

  • Un andamento ondulatorio legato ai weekend
  • Un calo progressivo dell’interesse a partire dalla seconda metà del mese di agosto
  • La perfetta sovrapponibilità delle tendenze 2020 con quelle 2021

Queste informazioni ci indicano con relativa certezza, qualora non intervenissero fattori esterni e imprevedibili, di ritrovare le stesse dinamiche per il futuro, ossia per la prossima stagione 2022.
Ciò significa avere l’opportunità di mettere in campo sin da subito azioni che tengano conto delle esigenze e degli interessi espressi dagli utenti e anticiparli con un’offerta legata all’accoglienza che li soddisfi.

L’obiettivo è favorire la scelta della destinazione per aumentare la permanenza degli utenti, grazie a una comunicazione puntuale ed efficace che sia in grado di intercettare e risolvere le problematiche legate ai soggiorni.

Dai dati, si evince un fisiologico calo d’interesse di ricerca verso il mese di settembre, che è in linea con i report CNA menzionati precedentemente, rispetto a presenze e prenotazioni al “bottom of the funnel”.

L’interesse di ricerca nei due anni messi a confronto registra delle variazioni sensibili, ma l’andamento complessivo mette in evidenza che i periodi di picco sono simili. Questo consente di avere conferma che sia stato fornito un quadro utile per programmare le azioni di promozione prima, e gestire le prenotazioni poi.

 

Visitatori nazionali ed esteri

Anche per le Marche la situazione è simile e l’interesse di ricerca è quasi totalmente di origine nazionale, mentre e ricerche internazionali più consistenti nella seconda metà dei mesi di luglio e settembre.

Hotel Insights Marche -Utenti che mostrano interesse per le Marche

Da dove provengono gli utenti che mostrano interesse per le Marche

L’interesse di ricerca per sistemazioni in regione, ricalca quello per la provincia di Ascoli Piceno e questo dato potrebbe essere interessante per osservare e analizzare dati e dinamiche “macro” di buone prassi di promozione turistica per replicarle nel “micro”.

Destination Insights monitorare tendenze di viaggio in Italia

 

Destination Insights, monitorare le tendenze di viaggio in Italia

Su Destination Insights puoi conoscere i dati recenti di ricerca sui viaggi e fare un confronto sui luoghi scelti dalle persone dopo che hanno cercato informazioni.
Fonte: Destination Insights
Da: tutto il mondo
Destinazione: Italia
Tipo di viaggio: nazionale e internazionale
Tipo: alloggio
Data: anno 2021

Come cambia la domanda turistica nel tempo per una destinazione? Ecco uno strumento per scoprire quali siano i luoghi più popolari a livello globale.

Conoscere l’andamento delle variazioni della domanda turistica offre un utile assist alla pianificazione: definire i tempi di promozione, avere tempo a sufficienza per aumentare la propria visibilità e farsi trovare pronti nel gestire richieste e prenotazioni.

In questo caso, come esplicato dai dati dei report citati all’inizio di questo articolo, vediamo che le attività di ricerca nei mesi clou sono state anticipate dai dati di ricerca. Con un aumento crescente con l’avvicinarsi dei mesi estivi e con il picco fra luglio e agosto.

Ma si evidenzia il fatto che quest’anno si è registrato anche un “ritardo” rispetto all’anno passato, recuperato ampiamente dopo con i volumi registrati da aprile in poi, con una crescita evidente dell’interesse.

Questa tendenza relativa al “new normal” mostra che già da aprile i volumi di ricerca siano più consistenti con una crescita sensibile fino a luglio.

Le tempistiche per strategie di promozione turistica e piani d’azione per il 2022 non possono fare a meno di tenere conto di questi dati.

domanda turistica nel tempo

 

Destination Insights permette di filtrare per aree geografiche e scoprire la domanda di mercato rispetto agli interessi di viaggio. In questo caso si evidenzia la domanda per area macro di destinazione (Europa), il Paese (Italia) e le città di destinazione più richieste: per prime Roma, Milano e Venezia e subito dopo Riccione, Napoli. Firenze, Rimini, Caorle, Lido di Jesolo e Cesenatico.

Destination Insights - Destination Insights. Il filtro per aree geografiche

 

Analizzare la crescita della domanda, anche rispetto alle normative messe in campo in questo periodo delicato, può aiutarti a orientare le tue prossime tattiche e a metterti nei panni delle persone che vogliono viaggiare e stanno organizzando le vacanze. In questo caso l’Italia registra una crescita che va dal 25% al 50%, un trend che si ripete per la destinazione “città” metropolitane, mentre risulta maggiore per città “minori” come Lazise, Bibione e Cavallino-Treporti.

Destination Insights - Analisi della crescita della domanda

 

Comprendere l’interesse per la tua destinazione in base al Paese d’origine della richiesta può fornire spunti e input per la tua pianificazione. Sapere che oltre alla quota maggiore di volumi di ricerca che arriva dal territorio nazionale esiste un bacino di utenza potenziale da Paesi come Germania, Austria, Stati Uniti e Francia può aiutarti ad impostare strategie di digital marketing turistico e azioni efficaci per la tua promozione.

Destonation Insights - Interesse destnazione per Paese di origine

 

Con lo strumento di dimensionamento della domanda di voli e alloggi, puoi confrontare la domanda turistica fino a 10 Paesi.

L’analisi rivela che l’interesse della Germania ha conquistato la quota maggiore, seguita dalla Francia e dagli Stati Uniti.

strumento di dimensionamento della domanda di voli e alloggi

Questo aiuta ad orientare le tattiche di promozione turistica andando ad intercettare interessi di viaggio in Paesi specifici e, quindi, promuovere la propria destinazione turistica su mercati già pronti, ottimizzando gli investimenti e le attività promozionali senza dispersione.

Sebbene abbiamo visto con altri tool esaminati che la domanda potenziale estera per la regione Marche e la provincia di Ascoli Piceno non abbia un volume consistente, è importante ragionare a livello macro e vedere cosa accade per l’Italia nel suo complesso.

L’approccio omnichannel di marketing strategico per la promozione turistica vede indissolubilmente legati la dimensione digitale e quella offline.

Ciò significa che la strategia di digital marketing influenza l’impostazione di campagne legate a fiere, a contatti con agenzie di viaggi estere, alla ideazione di pacchetti specifici e di promozione su cataloghi e brochure.

E viceversa: quanto progettato offline concorre a disegnare il piano digitale.

Google Trends, le tendenze di ricerca per Marche e Ascoli Piceno

Lo strumento “storico” di Google, permette di andare indietro nel tempo nelle analisi e consegna una visione più ampia e utile rispetto alle parole utilizzate nelle ricerche online di hotel e alloggi, insieme ai risultati delle cosiddette query correlate.
Fonte: Google Trends
Da: tutto il mondo
Periodo: ultimi 12 mesi
Tipo: Viaggi (comprende Hotel e alloggi, destinazioni turistiche)
Dove: Ricerca Google

In Google Trends è possibile stabilire se la parola chiave debba essere intesa come termine di ricerca, argomento o come luogo (comune, provincia, regione) o attrazione (esempio tipico di Ascoli Piceno può essere la Quintana).

Successivamente si può filtrare per tematica e nel nostro caso è Hotel e Alloggi, che rientra dentro la macro categoria Viaggi.

Queste sono le risultanze di query correlate al turismo, effettuate in tutto il mondo negli ultimi 12 mesi da chi cerca su Google.
L’analisi dei trend è stata fatta per “Marche” e per “Provincia di Ascoli Piceno” nella categoria Hotel e Alloggi.

Google Trends tendenze di ricerca per Marche e Ascoli Piceno

Il confronto per la regione Marche e per la Provincia di Ascoli Piceno mostra come le variazioni di tendenza, seppur con ampiezza diversa, siano simili.
Difatti, lo sviluppo di volumi è maggiore nel periodo estivo e soprattutto nei weekend.

Osservare questo tipo di andamento può suggerire ad albergatori o ristoratori di ampliare o concentrare strategie e tattiche per trovarsi pronti molto prima dell’inizio della bella stagione.

Azioni che, grazie a strumenti di digital marketing turistico, siano in grado già nei mesi precedenti ad aprile di intercettare la domanda latente di persone alla ricerca di una nuova destinazione per la vacanza estiva, con la disponibilità di viaggi brevi.

Servizi ricettivi e proposte di ristorazione dovranno essere in linea con le esigenze suggerite dai dati, per arrivare ad un’offerta “in target”, ritagliata – ad esempio – per un soggiorno lungo quanto un weekend.

 

Interesse di ricerca per Ascoli Piceno

Google Trends tendenze di ricerca per Ascoli Piceno

Interesse di ricerca per le Marche

Google Trends le tendenze di ricerca per Marche

Le ricerche in tema viaggi – hotel e alloggi per la regione Marche e Ascoli Piceno, filtrate per nazione, restituiscono diverse risultanze, non omogenee.

Soprattutto è interessante vedere come San Marino compaia come prime entry per la ricerca sulle Marche, segno evidente che il “turismo nostrano” e di prossimità ha avuto la parte migliore nelle ricerche.

Le query correlate, ossia gli argomenti correlati o i termini di ricerca associati alla nostra analisi in ordine alla percentuale di aumento o le più cercate, possono far ipotizzare che nell’organizzazione del viaggio, le persone progettano la vacanza pensando al tipo di vacanza – agriturismo o mare.

Argomenti come meteo e trasporti suggeriscono una ricerca di informazioni molto orientate alla destinazione, in una fase del funnel avanzata. Ricerche correlate al Covid sono parte dell’agenda quotidiana in questo periodo.

Come sfruttare queste informazioni? Intercettare con campagne mirate il traffico generato dalle ricerche anche non in linea con la propria struttura ricettiva potrebbe essere una strategia per destare interesse verso chi è interessato ad organizzare la vacanza in quel posto.

Query di ricerca associate per Ascoli Piceno

query associate ascoli piceno

Query di ricerca associate per le Marche

query marche

query associate marche

Turismo Cashless, come migliorare UX Design e l’esperienza complessiva del turista

Turismo Cashless come migliorare UX Design e l’esperienza complessiva del turista

L’Osservatorio Turismo Cashless condotto da SumUp ha analizzato le transazioni commerciali dei tre mesi estivi di hotel e altre strutture ricettive, operatori turistici, centri benessere, bar, club e ristoranti.

Secondo gli analisti la crescita del valore del transato medio cashless dei commercianti è cresciuto nell’ultimo anno del 46% e un raffronto con il 2019 rivela un aumento del 32%.

L’utilizzo dei pagamenti cashless aumenta e rivela una abitudine che continuerà a diffondersi e consolidarsi in altri ambiti della vita quotidiana e lavorativa. Quindi anche il tempo libero e i momenti di relax o dedicati alla convivialità saranno coinvolti in maniera sempre più crescente. Questo è un aspetto importante di chi studio il turismo digitale.

Il pagamento cashless si traduce anche come passaggio finale di un customer journey digitale. In un flusso ideale, il pagamento – il famoso carrello e check-out – arriva alla fine del funnel.

Sei sicuro di essere “in linea” fin dall’inizio delle fasi decisionali d’acquisto, per intercettare e accompagnare la tua personas nel percorso per interessarlo e convincerlo che la tua offerta sia proprio quella che stava cercando?

Questo excursus su strumenti e piattaforme utili per un approccio data-driven del marketing suggerisce anche che la dimensione digitale va curata in tutti gli aspetti di un business, soprattutto nel settore turistico.

Bisogna arrivare alla consapevolezza che l’esperienza utente è determinante e complessiva: il turista inizierà a fare esperienza del tuo hotel e della camera prenotata, fin dalla prima ricerca su Google per definire la sua prossima destinazione.

Il turista desidera, vuole e compra un’esperienza memorabile, che però comincia con un’esperienza digitale altrettanto memorabile, che:

  • inizia con trovare ciò che corrisponde alle sue esigenze, ai suoi valori, ai suoi desideri
  • prosegue, ad esempio, con la facilità di utilizzo di un sito
  • si approfondisce con la chiarezza delle informazioni
  • si concretizza con l’immediatezza e la sicurezza di una prenotazione con carta di credito
  • diventa emozionante quando comincia il viaggio per arrivare.

Online. Offline, Onlife. Per ristoratori e albergatori, ragionare in termini digitali per una promozione turistica efficace e reale non è sempre semplice ed immediato, ma neppure difficile se si hanno strumenti e competenze giuste.

 

Avere degli esperti di digital marketing turistico a tua disposizione può fare davvero la differenza.

Prenota una call gratuita e senza impegno per scoprire come poter migliorare la strategia di posizionamento sul mercato e aumentare le prenotazioni della tua struttura.

 

Pin It on Pinterest

Share This