Nel precedente articolo abbiamo visto come il Visual Thinking sia una tecnica utile ad organizzare pensieri, idee e concetti attraverso le immagini favorendo il processo di apprendimento e di problem solving.

Contrariamente a quello che si può pensare non è necessaria nessuna abilità artistica per iniziare ad utilizzare il pensiero visivo ed aprirsi a nuove potenzialità, soluzioni e modelli.

Le tecniche di visual thinking, infatti, rappresentano una risorsa utile per le aziende per esplorare nuove idee, gestire le trasformazioni e il cambiamento, allenare il pensiero critico e le abilità di risoluzione dei problemi ponendo l’attenzione al processo e all’insieme.

Ma come utilizzarle nelle riunioni per rendere chiare e subito operative le strategie aziendali?

In un periodo come quello che stiamo vivendo, dove molti di noi lavorano in smart working, le informazioni chiave devono essere facilmente reperibili da tutti i membri del team e subito in evidenza.

Diventa imprescindibile quindi avere contenuti organizzati in maniera tale che il destinatario possa avere una visione d’insieme chiara, così da poter individuare velocemente le informazioni di dettaglio.

Se le riunioni fossero solamente un susseguirsi di slide powerpoint e rigorosi fogli excel probabilmente identificare e selezionare i dati chiave non sarebbe così immediato.

Disporre, invece, di strumenti di visual thinking come le lavagne digitali significa poter aumentare la capacità di portare anche nei meeting a distanza la strategia di vendita e aziendale, lo sviluppo di un prodotto nonché il lavoro di progettazione dell’intera organizzazione in modo semplice e immediato.

Una riunione, infatti, funziona davvero solo se si utilizzano le modalità più adatte per aiutare i membri del team a: prendere decisioni, raccogliere nuove idee o individuare soluzioni a problemi.

È proprio qui che tra post-it virtuali, forme e colori entra in gioco il visual thinking e le immagini diventano protagoniste delle riunioni da remoto. Come? Scopriamolo di seguito.

 

Miro: brainstorming con visual board e post-it virtuali

strumenti visual thinking

Da sempre le note adesive vengono utilizzate come semplici promemoria, ma possono rappresentare un ottimo modo per organizzare i pensieri, pianificare il lavoro e vedere connessioni tra idee mai notate prima.

Possono rivelarsi particolarmente utili per strutturare mappe mentali o diagrammi a ragno che sono forse la forma più popolare di visual thinking.

Il brainstorming è un modo utile per confrontarsi e visualizzare le idee, gli spunti e i modelli visuali che saranno presi in considerazione per lo sviluppo di un progetto.

Invece di usare carta e penna, anche in questo caso la tecnologia offre strumenti di visual thinking estremamente pratici per fare brainstorming, soprattutto quando si lavora da remoto.

Una delle lavagne virtuali più conosciute è senz’altro Miro. Qui le persone possono collaborare anche in tempo reale utilizzando tantissimi tool che sfruttano gli approcci lean, agile e visual thinking.

Miro consente di avere una board interattiva dove tutti i membri del team possono partecipare per rappresentare graficamente idee e sviluppi per un determinato progetto.

Grafici, diagrammi, foto, pdf, video, commenti e molto altro trova spazio in questa lavagna virtuale.

Questo tool è estremamente versatile e perfetto in particolare per fare brainstorming o più in generale per tutti quei processi in cui creatività e idee devono essere scritte velocemente.

Una delle caratteristiche più interessanti è che può essere utilizzato in collaborazione con altre persone così da raccogliere anche le idee di collaboratori e clienti.

In tempo reale è possibile vedere quello che fanno i membri del team e di interagire con loro, un po’ come avverrebbe in ufficio davanti ad una grande lavagna.

Miro quindi è uno strumento che si rivela particolarmente utile per:

  • segnare note, appunti e commenti
  • collaborare in tempo reale anche da remoto
  • fare brainstorming
  • salvare modelli da riusare
  • effettuare videochat direttamente in piattaforma senza ricorrere ad altri strumenti

La piattaforma dispone di una versione gratuita con cui è possibile creare fino a 3 lavagne, mentre le soluzioni a pagamento offrono diversi servizi tra i quali la possibilità di lavorare con un numero illimitato di utenti e di organizzare il lavoro con il metodo Kanban.

Mural: un lavagna interattiva per il visual thinking aziendale

Per molti versi simile a Miro, Mural è un utilissimo strumento di brainstorming collaborativo in cui le idee possono essere coltivate insieme da più persone.

Permette ai team di sfruttare il pensiero visivo per organizzare, condividere e sviluppare i propri progetti, anche se si trovano a distanza.

Mural, infatti, può essere utilizzato come una vera e propria lavagna virtuale sulla quale creare mappe mentali e veri e propri murales interattivi composti da: immagini, tweet, video o qualsiasi altro elemento che abbia un link.

È sicuramente uno strumento pratico e veloce che grazie ad un’interfaccia utente intuitiva consente di inserire qualsiasi contenuto web sulla bacheca e poi di spostarlo, ingrandirlo, ridurlo o collegarlo agli altri con pochi semplici click.

Una volta creato il proprio murales si può personalizzare ulteriormente con scritte, disegni, linee frecce o diagrammi che si rivelano particolarmente utili durante i brainstorming per veder nascere idee di valore.

Mural dispone di una versione di prova disponibile gratuitamente per 30 giorni e di 3 piani a pagamento, ognuno con caratteristiche diverse in base alle esigenze aziendali.

I migliori strumenti di visual thinking per aziende

Il visual thinking gioca un ruolo fondamentale nella gestione dei flussi di lavoro e si rivela particolarmente utile per chi si trova a dover gestire progetti in smart working.

Affinché i team possano interagire in modo proficuo tra loro è importante creare un contesto spontaneo ed egualitario, che consenta di mantenere alti sia la concentrazione sia il coinvolgimento delle persone.

Piattaforme come Miro o Mural offrono uno spazio virtuale di visual collaboration dove i team possono interagire in tempo reale proponendo opinioni ed idee attraverso semplici note, disegni o schemi.

Questo tipo di approccio offre l’opportunità sia di coinvolgere le persone presenti nei team, sia di aumentare la produttività aziendale, oltre che favorire una gestione del lavoro più efficiente.

Ti piacerebbe saperne di più sugli strumenti di visual thinking
utili a migliorare la produttività della tua azienda?

Contattaci per una consulenza gratuita

Pin It on Pinterest

Share This